Anima e iPad. Rivelazioni filosofiche by Maurizio Ferraris

By Maurizio Ferraris

Show description

Read or Download Anima e iPad. Rivelazioni filosofiche PDF

Best italian books

Uomini che odiano le donne

Da molti anni, l. a. nipote prediletta del potente industriale Henrik Vanger è scomparsa senza lasciare traccia. Il corpo non è mai stato ritrovato. Quando, ormai vecchio, Vanger riceve un dono che riapre los angeles vicenda, incarica Mikael Blomkvist, noto giornalista investigativo, di ricostruire gli avvenimenti e cercare l. a. verità.

Il sepolcro del fornaio Marco Virgilio Eurisace a Porta Maggiore

This ebook describes Eurysaces' tomb, the baker' tomb in porta Maggiore

Additional info for Anima e iPad. Rivelazioni filosofiche

Sample text

Costruire la realtà sociale La teoria di Searle presenta più di un problema81 tanto sotto il profilo dell’oggetto (ossia dell’X fisico che sarebbe soggiacente all’Y sociale) quanto sotto quello dell’atto, ossia della intenzionalità collettiva chiamata a esercitare la trasformazione dell’X nell’Y . Per quanto riguarda l’oggetto, è facile osservare che la teoria non funziona in moltissimi casi standard. Perché in effetti se è relativamente semplice assumere che un foglio di carta possa valere come una banconota, non è altrettanto sicuro che, per esempio, una certa estensione di terra possa valere come «Italia».

Viceversa, per avere denaro (e non, appunto, soltanto moneta) bisogna disporre di strumenti di scrittura e di registrazione, in qualunque forma: carta, file di computer o altro . Sin qui per l’oggetto, per l’X soggiacente all’Y. Ma la difficoltà maggiore della teoria di Searle risiede proprio nella definizione della natura della intenzionalità collettiva. Sotto questo profilo i problemi sono quattro. Primo. Che cos’è l’intenzionalità collettiva? «Io che è Noi, Noi che è Io», si direbbe, d’accordo con la definizione dello spirito in Hegel84 e nel suo antefatto culturale, il cristianesimo.

Indubbiamente le opere di Agostino, Rousseau e Nietzsche sono attraversate da una smisurata retorica, ed è palese che Rousseau pensa ad Agostino, e Nietzsche a Rousseau. Tuttavia, sostenere che questa retorica e questa codificazione rendono inautentiche le loro confessioni non sarebbe diverso dal pretendere che il cantante che canta Besame mucho pensando all’affitto da pagare non è per ciò stesso in grado di suscitare nel pubblico dei sentimenti autentici. Insomma, se non si trova nulla di paradossale nel fatto che chi piange per la morte di Anna Karenina piange davvero, o che chi ride per una barzelletta ride davvero,70 non si riesce a capire per quale motivo una intenzione che sorga su un fondo mimetico non debba essere autentica .

Download PDF sample

Rated 4.40 of 5 – based on 42 votes