Dove va il mondo? Un decennio sull'orlo della catastrofe by Latouche, S.; Cochet, Y.; Dupuy, J-P.; George, S.

By Latouche, S.; Cochet, Y.; Dupuy, J-P.; George, S.

Show description

Read or Download Dove va il mondo? Un decennio sull'orlo della catastrofe PDF

Similar italian books

Uomini che odiano le donne

Da molti anni, los angeles nipote prediletta del potente industriale Henrik Vanger è scomparsa senza lasciare traccia. Il corpo non è mai stato ritrovato. Quando, ormai vecchio, Vanger riceve un dono che riapre los angeles vicenda, incarica Mikael Blomkvist, noto giornalista investigativo, di ricostruire gli avvenimenti e cercare los angeles verità.

Il sepolcro del fornaio Marco Virgilio Eurisace a Porta Maggiore

This e-book describes Eurysaces' tomb, the baker' tomb in porta Maggiore

Extra resources for Dove va il mondo? Un decennio sull'orlo della catastrofe

Sample text

Pensiamo al sistema penale: ci vogliono delle trasgressioni per ottenere che tutti si convincano che il delitto non paga). Ma nel caso nucleare, la prima trasgressione è una trasgressione di troppo. Dunque la dissuasione nucleare non è efficace per una seconda ragione: una dissuasione assolutamente efficace si autonega, e il minimo errore è fatale. Alcuni capirono tardivamente che non c’è nessun bisogno di minacce reciproche per rendere la dissuasione nucleare efficace. La semplice esistenza di arsenali che si fronteggiavano senza che venisse proferita o anche solo formulata la minima minaccia di ricorrervi, bastava a far sì che i due gemelli della violenza se ne stessero tranquilli.

In francese esiste l’espressione «vulnerabilità reciproca». Le società nucleari sono al tempo stesso vulnerabili e invulnerabili. Vulnerabili perché possono soccombere sotto l’attacco altrui; invulnerabili perché non soccomberanno prima di aver annientato gli aggressori, cosa di cui saranno sempre capaci, a prescindere dalla potenza dell’aggressione che le distrugge. Durante la guerra fredda si dibattevano due argomenti, che sembravano indicare come la dissuasione nucleare nella forma MAD non potesse essere efficace.

Ma siccome la fine rimane sconosciuta, possiamo davvero considerarla fissa? Nei casi che prendo in considerazione, più si avanza senza che la fine sia visibile, più si hanno ragioni oggettive di pensare che una buona stella abbia scelto per noi una fine lontana. Come illustrazione di quanto detto, prendiamo innanzi tutto la speranza di vita a un’età determinata, cioè il numero medio di anni che restano da vivere a un individuo dell’età in questione. Si è tentati di dire che il tempo che rimane diminuisca via via che l’età avanza, ma non è necessariamente vero.

Download PDF sample

Rated 4.87 of 5 – based on 17 votes